MPS Notizie

Gruppo Mps: Entro l'anno altri 1200 lavoratori nel Fondo di Solidarietà

MontePaschiSiena, 4 agosto 2017Si è conclusa nel pomeriggio del 3 agosto la procedura relativa alla riduzione degli organici del Gruppo Monte dei Paschi di Siena che si colloca all’interno del Piano di Ristrutturazione 2017-2021. Nell’anno in corso sono previste ulteriori 1200 uscite tramite l’utilizzo del Fondo di Solidarietà di Settore che si aggiungono ai 600 Lavoratori che già hanno avuto accesso al Fondo il 1° maggio scorso. La platea degli aventi diritto è indicativamente di 1600 persone.
L’Accordo conferma il ricorso al Fondo di Sostegno al Reddito come strumento fondamentale per gestire gli esuberi derivanti dalle ricadute progettuali del Piano di Ristrutturazione e salvaguarda il principio della volontarietà di accesso, fermi restando gli obiettivi fissati dal Piano stesso.
Potranno accedere al Fondo i Lavoratori del Gruppo che maturino il diritto ai trattamenti pensionistici AGO entro il 31ottobre 2022. Ai Dipendenti che avranno accesso al Fondo verranno garantite le stesse condizioni che sono state applicate in precedenza secondo l’Accordo del 23.12.2016. A tale proposito l’Azienda, su richiesta delle organizzazioni sindacali, si è resa disponibile a rivedere le condizioni previste dall’integrazione recente al Documento 600 (U493). Le domande di adesione potranno essere inserite nell’intranet aziendale dal 28 agosto al 16 settembre. Se accettate dalla Banca le dimissioni online dovranno essere confermate lavoratore entro il 10 ottobre 2017. 
L’Accordo prevede inoltre che le parti effettueranno un incontro di verifica già in calendario per il 21 settembre, per esaminare le domande pervenute e quelle accolte, oltre ad appositi incontri in caso di modifiche normative sui requisiti pensionistici.
L’Azienda, su richiesta sindacale, si è impegnata a definire un percorso di condivisione riguardo alle tematiche derivanti dall’applicazione del Piano di Ristrutturazione e di verifica dei vari step di attuazione dello stesso, all’interno di un modello di Relazioni Sindacali che veda il coinvolgimento sempre più attivo del Sindacato, attraverso un confronto continuo, sia a livello centrale che periferico, al fine di salvaguardare il clima aziendale e la professionalità dei Lavoratori.
L’intesa stabilisce che i lavoratori in esodo potranno godere degli stessi trattamenti di welfare riservati ai dipendenti in servizio, a cominciare dalla cassa sanitaria e dalla previdenza integrativa.
Con questo Accordo, i sindacati sono riusciti a garantire la volontarietà dei prepensionamenti e ad evitare qualsiasi forzatura e deroga al Contratto Nazionale. Non ci sarà nessun licenziamento e nessuna penalizzazione, anche in termini di welfare, per i lavoratori in uscita.

I sindacati intervengono all'assemblea degli Azionisti Mps

Siena, 12 aprile 2017. Nell’intervento effettuato nel corso dell’assemblea degli azionisti del Mps riunita il 12 aprile per l’approvazione del Bilancio 2016, i sindacati del Gruppo Mps hanno sottolineato come gli unici dati positivi derivino dall’impegno dei lavoratori dell’Istituto, che tuttavia restano sia penalizzati sul versante economico sia vessati dalle insostenibili pressioni commerciali. 
Ci si augura che l’auspicato ingresso nel capitale del Ministro dell’Economia e Finanza porti con se un piano industriale certo e credibile e una drastica riduzione degli «incoerenti» compensi a tutt’oggi percepiti dai top manager del Gruppo.

Incontro con il neo Ad Marco Morelli

Siena, 20 settembre 2016.Le organizzazioni sindacali aziendali hanno incontrato oggi il nuovo Ad del Mps Marco Morelli al quale hanno rappresentato le preoccupazioni dei lavoratori per il clima di incertezza che regna sul futuro dell’Istituto e per i ritardi nella predisposizione del nuovo Piano industriale. Tra le richieste la sollecita nomina del nuovo responsabile della Rete e una drastica riduzione delle attuali retribuzioni dei ruoli apicali dell’azienda

Soluzione immediate per il Mps

Siena, 12 settembre 2016.  I sindacati aziendali chiedono al Cda del Gruppo Mps di nominare senza indugi il nuovo Ad e il nuovo responsabile della rete e di essere coinvolte sulle modalità dell’aumento di capitale e della presentazione del nuovo Piano Industriale

Incontro con il presidente del Mps Tononi

Siena, 9 settembre 2016. Dopo la sostituzione dell’Ad del Mps decisa dal Cda i sindacati hanno incontrato il presidente Massimo Tononi, manifestando la forte preoccupazione dei lavoratori per l’interminabile fase di incertezza riguardo al futuro dell’Azienda e per le decisioni assunte nelle scorse settimane in materia di aumento di capitale e di presentazione del nuovo Piano Industriale

MPS Comunicati Sindacali

TestataComunicati

MPS Accordi e Cia

mps accordi

MPS La squadra dell'Ugl

mps coordinamento

MPS Amarcord

mps amarcord