BNL Notizie

La Bnl insiste sugli scorpori di Back Office e Dit

braccia conserte 2Roma, 6 ottobre 2021Nel corso del secondo incontro tra Bnl e sndacati sulle ricadute sul personale del Piano Industriale 2022-2025 di Bnp-Paribas, l'azienda ha riconfermato l’intenzione di cedere sette comparti del Back Office alla società Accenture per complessivi 566 lavoratori e i 270 colleghi in forza alla filiera del Banking Service Platform della Direzione It ad una società appositamente costituita (NewCo) di proprietà di Capgemini.
Si tratta di una decisione inaccettabile per l’Ugl Credito e, ci auguriamo, per l’intero panorama sindacale alla quale ci opporremo nella maniera più ferma.
Per quanto concerne l'annunciata chiusura di 145 agenzie, la Bnl ha comunicato che saranno spalmate in un triennio: 44 nel 2022, 45 nel 2023 e 45 nel 2024. 

In Bnl rischio di scorpori di personale e chiusura di agenzie

Bnl TiburtinaRoma, 27 settembre 2021Nonostante i buoni risultati ottenuti da Bnl nell’esercizio di bilancio 2020, la proprietà francese con il Piano Industriale 2022-2025 intende «spremere» ulteriormente la controllata italiana per aumentare la sua redditività e, al tempo stesso, accelerare il processo di smembramento della nostra azienda.
Si prospetta l’esternalizzazione di alcune attività, l’abbandono di territori con la chiusura di 135 agenzie e la trasformazione delle stesse in «Case di Bnl-Bnpp». 
Un difficile confronto con l’Azienda attende questo autunno i lavoratori Bnl e i sindacati che li rappresentano. Occorrerà avere i nervi saldi ed essere pronti a lottare, anche duramente, per il proprio futuro.

I silenzi che urlano

ManifestaUglRoma, 29 luglio 2021I lavoratori della Bnl sono in agitazione contro le scelte aziendali scellerate contenute nel Piano Industriale 2022-2025 che punta alla sostanziale scomparsa dell’Azienda dal panorama nazionale.
Da vero e proprio pilastro del sistema bancario italiano la Bnl si ritrova ad essere una pura e semplice «colonia» raccogli utili dell’impero Bnp Paribas.
L'Ugl Credito ribadisce con forza le sue contrarietà alle scelte annunciate dall'azienda. Diciamo No alla fuoriuscita coatta di lavoratori dal perimetro aziendale mediante strumenti quali la cessione di ramo d’azienda, No alla liquidazione degli asset aziendali, No alla alienazione del patrimonio immobiliare, No alla mortificazione del lavoro e alle pressioni commerciali improprie.

Bnpp vende il gioiello Axepta al competor Worldline

Axepta1Roma, 2 luglio 2021Bnp Paribas ha venduto l’80% del pacchetto azionario di Axepta Italia ai cugini francesi di Worldline. Appare incomprensibile la cessione ad un competitor estero di una società fortemente posizionata nel mercato dei pagamenti digitali e che costituiva un autentico fiore all’occhiello per la banca.
L’operazione garantisce inoltre a Worldline un ingresso privilegiato nel mercato italiano, depauperando la banca di un asset che sarebbe stato suscettibile, al contrario, di un forte incremento.
Cresce intanto la preoccupazione fra i lavoratori per i propositi di scorporo di personale ventilate nelle anticipazioni del Piano industriale Bnl 2022-2025.

Minaccia di scorpori in Bnl. Le strategie incomprensibili del Gattopardo

ManifestazioneRoma, 25 giugno 2021La Bnl sta ipotizzando la cessione a terzi delle attività della Dit e del Pac, con il metodo della cessione di ramo d’azienda. Si tratta di una decisione inaccettabile per l’Ugl Credito che ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori del gruppo. 
Dopo le continue modifiche organizzative, i cambi di direzione strategica, i mutamenti dei ruoli di direzione, le continue e spesso caotiche riorganizzazioni, si vorrebbe ora espellere i lavoratori dal perimetro aziendale. Un tentativo già tentato e fallito dalla Bnl negli anni Novanta del Secolo scorso.

 

BNL Comunicati Sindacali

TestataComunicati

BNL Accordi e Cia

Accordi Bnl

BNL La nostra squadra

Bnl Squadra

BNL Amarcord

BnlDG2